Ad Aliano i partigiani della felicità

Paesologia. Si è conclusa ad Aliano la festa della paesologia «La Luna e i calanchi». Dalla coscienza di classe alla coscienza di luogo, per una «teologia» della bellezza, del corpo, della luce, dello spazio. Dove il Sud non è fuga ma un’altra idea di modernità, la prima soglia tra un mondo e un altro, dove il «dio denaro» è abbattuto

La luce è in ogni luogo e sopra ogni luogo c’è il cielo. Fare festa a un luogo, rac­con­tarlo, attra­ver­sarlo, can­tarci den­tro. Que­sto abbiamo fatto ad Aliano, pas­sando dalla coscienza di classe alla coscienza del luogo.

La luna e i calan­chi è una festa religiosa. Continua a leggere