i disertori

Molte case hanno la siepe intorno

e le sedie da giardino fuori,

ma il paese non c’è.

Una volta c’era solo qualche palazzo

e un grumo di casupole e pagliai,

ma il tutto formava un paese,

piccolo o grande che fosse,

aveva una sua misera identità, un suo sapore,

perché le persone prima che abitare una casa

abitavano un luogo.

Ora ognuno ha piantato la sua reggia,

preferibilmente in periferia,

per tenersi lontano, per dire sto qui,

ma vorrei essere altrove.

Chi resta nei paesi

più che abitarli li svuota.

Annunci
Pubblicato in: Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...