AQUILAVENTU

È il paese delle vedove. Non ci sono maschi, non ci sono bambini, non ci sono ragazze. Ci sono solo vedove tra i sessanta e i novant’anni. È un paese dove si piange molto e le lacrime vengono immesse nella rete idrica. È un’acqua molto buona per i calcoli renali. Non a caso una multinazionale ha fatto sapere al sindaco di volere comprare tutte le vedove di Aquilaventu. In paese c’è fermento. Al centro della piazza campeggia un grande striscione: Nessuno tocchi le nostre lacrime.

Annunci
Pubblicato in: Blog

Un pensiero su “AQUILAVENTU

  1. Gianni La Padula ha detto:

    Triste il paese dove nessuno aspetta il tuo ritorno
    Dove non battono campane il mezzogiorno
    Dove non c’è potere né governo
    Dove la sera è fredda e pare inverno
    Dove il domani è solo un altro giorno
    Non un geranio sul balcone sdorno
    Non profuma di pane buono il forno
    Non guarda avanti né all’intorno
    Non ha più orgoglio e non ha scorno
    Triste il paese dove nessuno fa ritorno

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...